ESU a Teatro
Tutti gli studenti universitari del Veneto a teatro con soli 3 euro

 

Cos’è
Esu a teatro è un progetto creato dagli Esu di Venezia, Padova e Verona in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale e la Regione Veneto che permetterà a tutti gli studenti iscritti alle Università del Veneto, agli Istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica del Veneto, nonché ai dottorandi e ai ricercatori dei medesimi Istituti di vedere gli spettacoli del Teatro Goldoni di Venezia, del Teatro Verdi di Padova e del Teatro Nuovo di Verona pagando un biglietto simbolico di soli 3€.

Come funziona
Per accedere all’offerta lo studente deve presentarsi alla biglietteria del Teatro dove andrà in scena lo spettacolo nei giorni indicati nella tabella sottostante esibendo la tessera Esu, il badge universitario, la tessera di iscrizione all’ Accademie di Belle Arti o al Conservatorio. I biglietti si possono acquistare a partire dalla data indicata nella tabella fino alle 18.30 del giorno dello spettacolo.
I posti dedicati a questa iniziativa variano da spettacolo a spettacolo e sono distribuiti negli ordini del Teatro a seconda della disponibilità. L’offerta è valida fino all’esaurimento dei posti disponibili.

 

A breve sarà disponibile un servizio di prenotazione online

 

Istituti ammessi all’iniziativa

 

Università “Cà Foscari” di VENEZIA
Università degli Studi di PADOVA
Università Iuav di VENEZIA
Università degli Studi di VERONA
Accademia di Belle Arti di VENEZIA
Accademia di Belle Arti legalmente riconosciuta di VERONA “Cignaroli”
Conservatorio di musica di PADOVA “Cesare Pollini”
Conservatorio di musica di ROVIGO “Francesco Venezze”
Conservatorio di musica di VENEZIA “Benedetto Marcello”
Conservatorio di musica di VERONA “E. F. dall’Abaco”
Conservatorio di musica di VICENZA “Arrigo Pedrollo”
Conservatorio di musica di ADRIA “Antonio Buzzolla”
Conservatorio di musica di CASTELFRANCO VENETO “Agostino Steffani”

Clicca per vedere l’elenco degli spettacoli, le date e i Teatri

Pin on PinterestShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on Facebook