Nuova Drammaturgia: nasce l’accordo tra Fondazione Campiello, TSV, e Regione Veneto

Un’accordo per dare spazio agli autori emergenti e innescare un dialogo tra testi narrativi e scrittura scenica 

Il primo spettacolo Talismani di Matteo Porru, Premio Campiello Giovani 2019, debutta al Teatro Momo il 9 ottobre

 

Dalle pagine dei libri alle assi del palcoscenico per favorire una sempre più fertile integrazione tra letteratura e teatro. Grazie all’Accordo di Collaborazione stretto tra la Fondazione “Il Campiello” e il Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale con il sostegno della Regione Veneto, le due prestigiose istituzioni culturali si impegnano a valorizzare i racconti narrativi di giovani autori e la nascita di nuove drammaturgie.

L’obiettivo ultimo è dare spazio agli autori emergenti e innescare un dialogo tra testi narrativi e scrittura scenica. Per farlo da un lato la Fondazione si impegna a coinvolgere il vincitore del Premio Campiello Giovani nello sviluppo teatrale di un suo testo, dall’altro il TSV presenterà in forma di lettura scenica uno o più testi teatrali commissionati dalla Fondazione ai vincitori o finalisti del Campiello Giovani, coinvolgendo gli attori diplomati all’Accademia Teatrale “Carlo Goldoni”. L’idea è quella di creare una relazione costruttiva tra autori letterari e drammatici, riconoscendo la specificità dei rispettivi linguaggi e cercando di creare un ponte tra giovani che puntano il loro futuro sulla scrittura, nelle sue forme più disparate.

Il nuovo impegno comune è frutto di un’amicizia consolidata tra le due istituzioni regionali, che ha portato lo Stabile del Veneto ad accogliere con successo sul palco del Teatro Goldoni di Venezia la serata finale delle ultime due edizioni del Premio Campiello Giovani.

In occasione della prima edizione di questa innovativa collaborazione tra due eccellenze venete, il testo individuato è Talismani del ventunenne Matteo Porru, vincitore del Premio Campiello Giovani 2019, che verrà presentato in forma di lettura scenica il 9 ottobre alle ore 18.00 al Teatro Momo. A curare l’adattamento scenico e la regia è stato chiamato Lorenzo Maragoni mentre in scena ci sarà m Andrea Bellacicco, entrambi diplomati all’Accademia Teatrale “Carlo Goldoni”. Ad arricchire la lettura scenica le musiche originali dal vivo di Annamaria Moro e Francesco Rocco.

Talismani è il racconto di una storia che si divide tra un villaggio sperduto dell’Afghanistan, oppresso dal potere talebano, e Napoli. A far da collante tra i due luoghi è l’amore di due madri; quello straziato dalla separazione di Latifa, che riesce a far giungere in Italia Mohè, il suo figlioletto morente; e quello accogliente di Carmela, per la quale Mohè diviene Ciro. Un racconto di separazione, vicinanza, di connessioni e di speranza.

Comments are closed.