Max Malatesta

malatestaSi diploma nel 1994 all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, ma calca le scene da prima, debuttando nel1987 in Cuore di tenebra di Joseph Conrad, regia C. Emmrich e poi Risveglio di primavera di Frank Wedekind, regia P Reichartz (‘988) e L. Cenci di Giuseppe Manfrdi (1992).
Recita quindi in Romeo e Giulietta di William Shakespeare, regia di Giuseppe Patroni Griffi (1995/96) e poi – diretto da Maurizio Scaparro – interpreta Lorenzaccio di Alfred de Musset (1997/98), Casanova di Robert Abirached (1998), Il gabbiano di Anton Cechov (‘999), Amerika di Franz Kafka (2000/01), Romeo e Giulietta di W Shakespeare (2001/02).
Lavora con il Teatro Stabile del Veneto ne I Venexiani di Giuseppe Manfridi, regia Luca De Fusco (2002), Anonimo Veneziano di Giuseppe Berto, regia Maddalena Fallucchi (2003), Mémoires da Carlo Goldoni, regia Maurizio Scaparro (2004), quindi La trilogia della Villeggiatura di Goldoni (2005), Il Mercante di Venezia di Shakespeare (2006) Elettra di Sofocie (2007), Peccato che sia una sgualdrina di John Ford (2008), regie di De Fusco, Edipo da Sofocle (2008) regia Lluis Pasqual. Per la regia di Pierpaolo Sepe ha interpretato anche Venditori di Anime di Alberto Bassetti, Unwrap your Candy di Doug Wright e Dissonanze di Daniele Ciccolini (2005), e ancora Debris di Dennis Kelly e L’uomo piegato di Toni Negri (2006).
Nel 2000 si è aggiudicato il Premio Ubu come miglior attore giovane. Lavora inoltre per il cinema la radio e la televisione.