Cosimo Coltraro

coltraroSi diploma nel 1989 alla Scuola d’Arte drammatica del Teatro Stabile di Catania, intitolata ad “Umberto Spadaro”. Ha recitato in numerose produzioni del teatro etneo: L’eredità di Antonino Russo Giusti e I vicerè di Federico De Roberto, regie di Armando Pugliese; Il caso Notarbartolo di Filippo Arriva e Il marchese di Roccaverdina di Luigi Capuana, regie di Alvaro Piccardi; Cronaca di un uomo di Giuseppe Fava, regia di Nino Mangano; Il vendicatore di Francesco Lanza, regia di Walter Manfré; Molto rumore per nulla di Shakespeare, regia di Guglielmo Ferro; Il paraninfo di Capuana, regia di Francesco Randazzo; La bella addormentata di Pier Maria Rosso San Secondo, Dossier droga di Filippo Arriva, La gondola fantasma di Gianni Rodari e Pinocchio di Collodi, regie di Giuseppe Di Martino; L’aria del continente di Martoglio, L’amico di tutti di Carlo Bertolazzi, Cara professoressa di Ljudmila Razumovskaja, Quannu c’è sciroccu (da Molière) e A notti non fa friddu (da Martoglio), regie di Romano Bernardi. Con il Teatro della Città di Catania ha recitato negli spettacoli Pipino il breve di Tony Cucchiara, regia di Giuseppe Di Martino; Miles Gloriosus di Plauto, regia di Romano Bernardi; Annata ricca… di Martoglio, regia di Armando Pugliese; Non ti pago di Eduardo De Filippo, regia di Antonello Capodici. Ha recitato inoltre in Un affare andato a male di Cecov, regia di Giovanni Anfuso (prod. A.M.T. Catania “Teatro in vettura”). Per il Club Teatro Uno ha preso parte a Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, L’avaro di Molière, Storie di Giufà e Il pifferaio di Hamelin di Browning, regia di Capodici; Cercasi tenore di Ken Ludwig e L’arte di Giufà di Martoglio, regia di Bernardi; Il malato immaginario di Molière, regia di Enrico Guarneri. Per la compagnia I Siculi ha interpretato La presidentessa di Hennequin-Veber, regia di Capodici, e Se devi dire una bugia di Fayad, regia di Bernardi. Ha collaborato con altre compagnie siciliane, prendendo parte agli spettacoli La vita dei campi di Verga, regia di Pino Micol (produzione Zeus); La signorina Papillon di Stefano Benni, regia Federico Magnano San Lio (prod. Maga Emastema); La baronessa di Carini di Tony Cucchiara, regia di Angelo Tosto (prod. New Africa Spettacoli), Complicati di Plinio Milazzo, regia di Magnano San Lio (prod. Quelli che… il teatro). Lavora inoltre per il cinema e la televisione. Ha recitato nel George Dandin di Molière e nella Trilogia della Villeggiatura di Carlo Goldoni coprodotti dagli stabili del Veneto e di Catania.