Alessandra Panzavolta

panzavoltaNasce in Italia, e inizia gli studi di danza classica e moderna nel Teatro alla Scala di Milano. Con una borsa di studio continua e termina la sua formazione di danzatrice alla ”Royal Academy of Dancing” di Londra, sotto la direzione artistica di M.me Margot Fontayn. Nello stesso tempo si licenza in lingue straniere e discipline umanistiche e inizia gli studi musicali.
Inizia a danzare come solista a 15 anni e debutta come prima ballerina nel “Tavolo verde” di K. Joss al Teatro Filarmonico di Verona dove rimane tre anni paricipando a tutti gli spectacoli e tournées estere della compagnia.
A partire da questo momento lavora nei principali teatri italiani ed europei, e nel 1990 viene eletta dall Ministero Cultura Italiano come rappresentante della danza italiana in una tournée che tocca oltre a Milano e Roma, Monaco, New York, Mosca e Tokyo.
Chiamata dal Teatro dell’opera di Roma como assistente coreografa, inizia la sua carriera di coreografa e aiuto regista di balleti e opere, collaborando con artisti come M.Pistoni, R. North, Y.Kokkos, P. Pieralli, P.Pizzi, R. Laganá e altri.
Nell 1995 lavora in R. Emilia con E. Sagi, con il quale realizza gli spettacoli d’opera: “El Retablo di Maese Pedro” e “ Il Cordovano”, e dove tornerá altre volte fino al 1999 dove riprende l’opera “Werther” di A. Fassini con G. Sabbatini e S. Ganassi.
Nel 1996 e 1997 é invitata al Festival Rossini di Pesaro e al Wexford Festival Opera dove torna come regista dell’opera “Carmen” in opera scene. Nello stesso anno partecipa alla produzione di Macbeth con la regia di G.Vick e diretto dal Mº R. Muti per l’inaugurazione del Teatro alla Scala.
Nel 1999 riprende per il Teatro Politeama di Lecce “I Capuleti e i Montecchi” e inizia la collaborazione con José Luis Castro e il Teatro della Maestranza di Siviglia per il “Barbiere di Siviglia” e “Nozze di Figaro”, in questo Teatro dirige nel 2000 “Il Segreto di Susanna” prima assoluta in Spagna.
Nello stesso anno è al Teatro Regio di Torino come coreografa di Rigoletto e dell’ Isola del Tesoro per il Teatro Stabile del Veneto che inaugura la Biennale di Venezia.
Torna al Rossini Opera Festival per la “Scala di seta“ e a Siviglia per “Traviata” diretta da P. Domingo.
Dal 1995 al 1999 é stata Direttore Artistico della S.P.I.D. di Milano ( scuola professionale italiana danza ) e insegnante di mimo e gestualitá teatrale all’Universitá Cattolica di Milano.
Dal 2001 rimane al Teatro de la Maestranza di Siviglia come Direttore della Produzione, pur continuando la sua attività di regista e coreografa, infatti è a Orvieto per “Gianni Schicchi”, al Bellini di Catania per “Hansel e Gretel”,a Madrid per il dittico “Il segreto di Susana” e “Chateau Margot”.
La collaborazione con Luca De Fusco continua ininterrotta dal 1999, creando con lui come coreografa gli spettacoli “Il viaggio a Venezia”, “I venexiani”, “Il mercante di Venezia”, ” I due Foscari”.
Gli ultimi impegni sono: Olimpico di Vicenza “Peccato che sia una sgualdrina” J.Ford ottobre 2008 , coreografie;
Teatro Real di Madrid “ Laboratorio del Dot.Faust” , regia e coreografia;
Teatro Comunale di Modena “ Arcibaldo Sonuvari”. Opera , regia;
Teatro la Fenice di Venezia “L’impresario delle Smirne“, commedia musicale, coreografie.