• 15 marzo 2015 16:00
  • Fascia d’età 5/11 anni

    Liberamente ispirato al romanzo di Astrid Lindgren

    Pippi non si nasconde. Non è un’eroina dalla doppia vita, bimbetta carina e delicata di giorno, mostriciattolo lentigginoso e agitato di sera. Lei è sempre così; non nasconde la sua forza, la sua magia, così come non nasconde la sua ignoranza. Non nasconde il suo difficile rapporto con le autorità, la sua immensa libertà e indipendenza. Questa sua trasparenza spesso non le rende la vita facile: le suddette “autorità” vogliono imbrigliarla perchè non possono ammettere l’esistenza di un individuo che non ha bisogno di strutture sociali per vivere, e vivere bene per giunta. Pippi, in barba a tutti quanti, se la cava sempre e comunque, anzi è sempre pronta ad aiutare, seguendo un codice comportamentale tutto suo che di certo non la trasformerà mai in un avvocato o una commessa, ma nemmeno una poco di buono. Perchè la libertà in Pippi porta sempre alla generosità.

    Disturbare un mito come Pippi è dura. La silhouette è troppo netta, con le trecce all’insù e le lunghe scarpe. Un cavallo bianco, una scimmia, una villa dai colori sgargianti e due vicini di casa compongono un contesto difficile da imitare. Il quadro è ultimato e soprattutto iper famoso, come ritoccarlo? Per nostra fortuna Pippi è una miniera inesauribile di contenuti e di messaggi, dall’avventura più sfrenata e demenziale alle domande esistenziali, dal rapporto con gli altri all’arte di esibirsi. Abbiamo deciso di raccontarvi Pippi un po’ come lo farebbe lei: in maniera vagamente disordinata, senza mai stare fermi e soprattutto senza scegliere un filone preciso. Non c’è solo l’emozione dell’azione, non c’è solo la risata: Pippi passa da una cosa all’altra saltando a modo suo, e così noi, ma dentro di lei c’è sempre un filo logico che unisce tutto perchè come tutti i bambini ha una unità logica-razionale-emotiva che riassume tutto quanto vive. E lo esprime in tanti modi : cantando, danzando, giocando, recitando, interagendo con i personaggi animati. La sfida del pubblico è … riuscire a starle dietro.

    Prezzi
    Inizio vendita da mercoledì 12 novembre 2014

    Abbonamento
    Abbonamento a 5 spettacoli 25,00 €

    Biglietti
    Posto unico numerato 6,00 €

    Orario di biglietteria
    – lunedì dalle 15.00 alle 18.30
    – da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30
    – sabato dalle 10.00 alle 13.00
    – nei giorni di spettacolo la bigliettera apre un’ora prima dell’inizio

    Informazioni
    Biglietteria 049.87770213
    Centralino 049.8777011
    info.teatroverdi@teatrostabileveneto.it

    Pin on PinterestShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on Facebook

    Teatro Verdi

    Centralino 049 8777011
    Biglietteria 049 87770213
    Fax 049 661053
    Coordinatore direzione.teatroverdi@teatrostabileveneto.it
    Richiesta informazioni info.teatroverdi@teatrostabileveneto.it
    Orario di biglietteria  

    Fino al 16 giugno 2018
    dal martedì al sabato 10.00/13.00 – 15.00/18.30
    in tutte le giornate di spettacolo 10.00 /13.00 – 15.00 / inizio spettacolo
    domeniche con spettacolo 15.00 / inizio spettacolo

     

    Via dei Livello 32 - Padova - 35139 - Italia