• 20 febbraio 2015 19:00
  • INGRESSO LIBERO
    su prenotazione obbligatoria
    fino a esaurimento dei posti disponibili

    Per l’ingresso alla serata è necessario inviare una mail di prenotazione al seguente indirizzo info.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it
    indicando NOME, COGNOME, RECAPITO TELEFONICO, DATA  E LUOGO DI NASCITA e INDIRIZZO DI RESIDENZA
    entro e non oltre venerdì 20 febbraio alle ore 17.00.

    Il Teatro Stabile del Veneto, con l’Università Ca’ Foscari di Venezia, la Fondazione Musei Civici di Venezia e la Fondazione Oasis presentano, venerdì 20 febbraio alle 19 al Teatro Goldoni di Venezia, una riflessione teatrale in forma di testimonianza, parola, musica e immagini dal titolo Je suis Charlie. E dopo?

    Terrà il filo del racconto la giornalista de LA7 Myrta Merlino. Sul palcoscenico del Goldoni si alterneranno le testimonianze di Housam Najjair, ex foreign fighter di religione islamica e nazionalità irlandese, reduce dai combattimenti in Libia e Siria; Padre Samir Khalil Samir, teologo gesuita, esperto del rapporto tra Occidente e Islam; Adnane Mokrani, intellettuale di religione islamica e Serra Yilmaz, celebre attrice turca che vive e lavora nel nostro Paese, tra le interpreti simbolo di Ferzan Özpetek.

    Durante la serata studenti di Ca’ Foscari e giovani attori diplomati dell’Accademia Palcoscenico del Teatro Stabile del Veneto leggeranno testi selezionati con la consulenza scientifica dei professori Matteo Legrenzi e Giovanni Vian dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

    Al centro di questo progetto, la voglia di capire, usando un linguaggio soprattutto teatrale, che cosa sta succedendo dopo i sanguinosi fatti di Parigi, il ruolo dell’Occidente, chi sono davvero i protagonisti di una relazione – quella tra la cultura occidentale e quella islamica-, che dura da secoli ma che ancora oggi sembra ostaggio del terrorismo e della paura, ma anche della diffidenza e dell’ignoranza.

    Una fitta sequenza di immagini farà da sfondo alle testimonianze di alcune donne islamiche, impegnate, da posizioni diverse, nel dibattito politico statunitense, di persone che, dentro il complesso arcipelago della religione islamica, stanno cercando di porre interrogativi e di proporre percorsi alternativi, così in Europa come nel Medio Oriente e in Africa.

    Il percorso sonoro individuato dal Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia si esprimerà attraverso la voce e il suono dell’Oud di Aleksandar Sasha Karlic, esperto di musica medioevale e mediorientale. Il contesto musicale originale del Karlic verrà accostato alle sonorità dei mercati del Maghreb e delle banlieue parigine.

    Je suis Charlie. E dopo? cercherà inoltre di approfondire il ruolo di Venezia in questa dialettica: è ancora una Città ponte tra culture? Può ritagliarsi nuovamente un ruolo da protagonista per disegnare un mondo diverso nel quale vivere meglio?

     

    INGRESSO LIBERO
    su prenotazione obbligatoria
    fino a esaurimento dei posti disponibili

    Per l’ingresso alla serata è necessario inviare una mail di prenotazione al seguente indirizzo info.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it  indicando NOME, COGNOME, RECAPITO TELEFONICO, DATA E LUOGO DI NASCITA e INDIRIZZO DI RESIDENZA entro e non oltre venerdì 20 febbraio alle ore 17.00.

    Pin on PinterestShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on Facebook

    Teatro Goldoni

    Centralino 041 8686130 e 335.8326877 (Numero temporaneo)
    Biglietteria 041 8686131
    martedì > sabato 10.00/13.00 – 15.00/18.30
    Fax 041 5205241
    Coordinatore direzione.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it
    Richiesta informazioni info.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it
    Orario di biglietteria martedì > sabato 10.00/13.00 – 15.00/18.30
    In tutte le giornate di spettacolo 10.00/13.00 – 15.00/inizio spettacolo
    Domeniche con spettacolo 15.00/inizio spettacolo

     

    S. Marco, 4650/ B - venezia - 30124 - Italia