FILIS è uno spettacolo teatrale che si pone di unire diverse modalità di comunicazione non verbale, mescolando più lingue e linguaggi: il mimo, la danza, e la lingua dei segni – dando così completa predominanza al corpo.

 

Scopri lo spettacolo

 

Lo spettacolo convoglia una miscela inedita di linguaggi: danza, mimo e LIS, usati ciascuno in maniera drammaturgica volta a raccontare una storia. Il segno si mescola alla coreografia e alle azioni mimiche: il loro uso così calibrato, ha il fine di mantenere la potenza espressiva di ciascun linguaggio e non farne semplicemente puro sfoggio ornamentale.

Oltre ad essere esteticamente inedito, altro punto di forza di FILIS risiede nella possibilità di essere fruibile parimenti dai bambini udenti e sordi e di poter essere veicolo di creazione e riscrittura di immaginari condivisi intorno alla Lingua dei Segni. Sdoganare certi immaginari collettivi è importante sia per i bambini udenti (che così imparano e vedono che un’altra modalità di lingua è possibile) che per i bambini sordi (i quali si vedono, rappresentati su un palco e quindi si rendono partecipi di un momento di valorizzazione ed empowerment). Il pubblico é invitato a riconoscere all’interno dello spettacolo, tutti i segni utilizzati, segni che alla fine dello spettacolo saranno svelati e tradotti.

Il tema dei Fili é solo un pretesto per giocare a creare situazioni divertenti e collegamenti con tutti i significati che questa parola può racchiudere. FILIS diventa così anche un momento di comunicazione, di sensibilizzazione, di incarnazione del concetto di corpo comunicante. Il Laboratorio si inserisce all’interno del progetto artistico FILIS che ha come obbiettivo coinvolgere famiglie sorde e udenti in un esperienza in cui il corpo fa da protagonista e introdurre il pubblico ai temi dello spettacolo attraverso esercizi di teatro e danza i partecipanti saranno condotti a giocare con la creatività e la fantasia utilizzando il corpo e il movimento come unico strumento di comunicazione.

Questo ci porterà ad sintonizzarci con il gruppo in maniera diversa , nel rispetto dell’ascolto e della necessità di trovare un modo diverso di rapportarci.

Il tema del Filo sarà sviluppato utilizzando libri, oggetti e tanta immaginazione.

 

INFO

Quando: sabato 4 febbraio ore 11.00

Dove: Foyer Teatro Verdi – Padova

Durata: 1h e 30 minuti

Chi può partecipare: saranno ammesse 12/13 famiglie composte da un genitore e un bambino, metà bambini udenti e metà sordi (di età compresa tra i 5 e gli 8 anni)

 

Per maggiori informazioni e per le prenotazioni scrivere a education@teatrostabileveneto.it