Visioni di Dante, il progetto del Teatro Stabile del Veneto per i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta

 

Visioni di Dante, il progetto del Teatro Stabile del Veneto per i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, ottiene il contributo e il patrocinio del Comitato Nazionale Dante2021 del Mibact

 

Con un’originale riscrittura della Divina Commedia affidata a tre tra i maggiori drammaturghi della scena contemporanea e un programma di eventi collaterali, lo Stabile Veneto rende omaggio a Dante Alighieri.

 

Giovedì, 8 ottobre – Tre riletture originali delle cantiche della Divina Commedia, l’Inferno, il Purgatorio e il Paradiso, affidata a tre tra i maggiori drammaturghi della scena contemporanea, Fausto Paravidino, Letizia Russo e Fabrizio Sinisi, e un ricco programma di appuntamenti sulle opere di Dante in programma nelle città di Padova, Venezia e Treviso a partire da gennaio 2021.

È l’omaggio del Teatro Stabile del Veneto al Sommo Poeta con Visioni di Dante, un progetto dalle finalità divulgative, formative e creative che ha ottenuto un contributo di 35 mila euro e il patrocinio dal Comitato Nazionale Dante2021 del Mibact per la celebrazione dei 700 anni dalla morte del poeta.

L’ambizioso compito di adattare per la scena le tre cantiche della Divina Commedia è affidato al regista Fabrizio Arcuri che ha accolto la sfida di andare all’origine di un caposaldo della cultura occidentale per cercare di rintracciarne l’origine e il fondamento e traslarli nella contemporaneità, mettendoli a confronto con le convenzioni del nostro presente. Sul palcoscenico saranno gli interpreti del terzo ciclo della Compagnia Giovani, progetto parte del Modello Veneto TeSeO – Teatro Scuola e Occupazione, nato dall’accordo di programma tra la Regione Veneto e lo Stabile del Veneto con la partnership di Accademia Teatrale Veneta, a dare nuova vita alle parole del sommo Poeta, accompagnati dalle musiche di Giulio Ragno Favero, musicista e produttore discografico.

“È un onore per il teatro veneto essere parte del programma del Mibact per i festeggiamenti del VII centenario di Dante, ringraziamo il Comitato nazionale Dante2021 per aver creduto e sostenuto questo ambizioso progetto  – commenta Massimo Ongaro, direttore del Teatro Stabile del Veneto – Visioni di Dante è un programma culturale articolato e ampio che ha l’obiettivo di dare vita a momenti di formazione e intrattenimento per i giovani, le scuole e i pubblici delle nostre città. Grazie anche a Fabrizio Arcuri per aver accettato la sfida di portare in scena un’opera complessa come la Divina Commedia, e ai tre drammaturghi Paravidino, Russo e Sinisi per aver accettato con coraggio la sfida di riscrivere i cantici più famosi della letteratura mondiale. Una bellissima opportunità per gli attori della Compagnia Giovani, che dalle sale prova della nostra scuola si troveranno a confronto con Dante direttamente sul palcoscenico. 

I tre spettacoli andranno in scena a partire da maggio 2021 al Teatro Le Maddalene di Padova, Inferno, scritto da Fausto Paravidino, in programma dal 5 al 9 maggio, Purgatorio, scritto da Letizia Russo, dal 12 al 16 maggio e Paradiso, scritto da Fabrizio Sinisi, dal 19 al 23 maggio. Il cartellone di eventi collaterali con letture, conferenze e laboratori prederà avvio da gennaio 2021.

Comments are closed.