Valentina Noce presenta il progetto culturale e sanitario “heART” a Istanbul

Lo scorso Settembre, ad Istanbul, l’avv. Valentina Noce, vice-presidente del Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale, ha presentato il progetto culturale e sanitario “heART”, riprendendo il titolo della stagione del TSV 22/23 Heart-Art, alla presenza di più di 1000 spettatori, durante il concerto di gala lirico tenutosi ed in occasione del Congresso Mondiale di Flebologia.

Il progetto culturale e sanitario vuole unire il mondo della cultura, che tanto ha sofferto le restrizioni imposte dalla pandemia, al mondo della medicina per veicolare messaggi di consapevolezza sanitaria coinvolgendo professionisti della salute provenienti da tutto il mondo: “Il Teatro Stabile Veneto si dimostra sensibile interprete delle esigenze del nostro tempo, promuovendo l’arte a livello internazionale come veicolo di comunicazione e aggregazione anche ai fini dell’educazione sanitaria – dichiara Valentina Noce – in particolare su tematiche vascolari e venose, correlate al recente aumento del rischio trombotico da COVID.”

Il momento artistico si è sviluppato attorno alla performance della soprano Karin Bozkurt, nel suo doppio ruolo di artista e medico, e del tenore Bulent Kulekci, accompagnati dall’Orchestra Istanbul Symphonic Project diretta da Orphan Salliel.

Valentina Noce ha condiviso l’importante progetto sul palco con la dr.ssa Chantal Aguero, esperta internazionale di patologia venosa che che cura progettualità similari nei paesi latino-americani. I proventi della serata sono stati destinati alla Women Physicians Education Support Foundation, a sostegno delle dottoresse che operano in favore degli ammalati meno abbienti in Turchia.

Un momento di scambio culturale culminato con un invito a scoprire la programmazione di Heart-Art del Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale, che si è dichiarato pronto a sviluppare queste importanti collaborazioni e ad accogliere la delegazione internazionale che farà tappa in Italia la prossima primavera. Alla guida della delegazione sarà il prof. Sergio Gianesini, chirurgo vascolare veneto e presidente neo eletto della Società Mondiale di Flebologia che già ha dichiarato l’importanza di “unire Istituzioni Culturali e Scientifiche per l’incremento dell’educazione sanitaria pubblica e per il pieno apprezzamento delle bellezze regionali italiane”.

“Una delle mission del Teatro Stabile del Veneto è portare nel mondo il valore delle nostre performance artistiche, la bellezza del nostro territorio e la forza delle collaborazioni intersettoriali, soprattutto quando rivolte ai beni primari della comunità – conclude Valentina Noce – poter promuovere le attività del Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale in una sala tanto magnificente quanto quella messa a disposizione dalle rappresentanze turche è stato motivo di grande orgoglio, nonché di stimolo ad una costante valorizzazione dei nostri beni territoriali.“

Comments are closed.