MATTIA – A LIFE CHANGE EXPERIENCE

Ispirato a Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello

Regia di Bruno Fornasari e movimenti di Marta Belloni

 

Un MATTIA 3.0

Il nostro Mattia Pascal, diversamente dal personaggio di Pirandello, è un ingegnere sposato con due figli gemelli. Dopo 16 anni di matrimonio, qualche mutuo e tanti debiti, lui e la moglie Valeria sono a uno stallo che logora entrambi. L’accumulo di oggetti, l’Audi, l’ultimo iPhone, la domotica in casa, le vacanze in resort, sono anestetici molto costosi cui è difficile rinunciare e che hanno smesso di dare sollievo prima del previsto. E’ questo che succede a Mattia e a sua moglie Valeria, per loro non c’è più sollievo. Sun Tzu, ne L’arte della guerra scriveva: “In ogni conflitto le manovre regolari portano allo scontro e quelle imprevedibili portano alla vittoria.” Il nostro Mattia decide per una manovra imprevedibile, chiede aiuto al suo migliore amico Mino e prova a sparire, prova ad azzerare il cronometro. Ma per agire una manovra imprevedibile serve molta creatività, occorre pensare fuori dagli schemi e farsi aiutare da chi si muove, di abitudine, fuori da tutti gli schemi. Il nostro Mattia Pascal, insomma, non può pensare di cavarsela come un secolo fa, non può illudersi che siano la fortuna o il destino a cambiare le cose, e sceglie di liberarsi di tutto, sperando così di dare un po’ di sollievo anche a tutti quelli che gli stanno attorno. Ma dovrà fare i conti col mondo di oggi, un mondo rimpicciolito e tecnologico dove trovare un angolino discreto, in cui ricominciare da zero, è un’impresa titanica…

 

In scena venerdì 25 e sabato 26 settembre Ridotto del Teatro Verdi Padova