Prima Nazionale OR, NON VEDI TU? Teatro Maddalene

Prima nazionale il 14 novembre, ore 21.00 al Teatro delle Maddalene (via S.G. di Verdara, Padova)

OR, NON VEDI TU? Leonardo, dell’occhio e della mano

ideazione di Flavia Bussolotto, Antonio Panzuto, Rosanna Sfragara con Rosanna Sfragara, Marco Tizianel
oggetti e scene Antonio Panzuto
creazioni multimediali Alessandro Martinello

regia Flavia Bussolotto
organizzazione Giampaolo Fioretti
tecnico Stolfo Fent
light designer Paolo “Pollo” Rodighiero
produzione Tam Teatromusica / Tam Bottega d’Arte
in coproduzione con il Teatro Stabile del Veneto e Operaestate Festival Veneto in collaborazione con il Comune di Vigonza

grazie a Michele Sambin per i pensieri condivisi

A cinquecento anni dalla morte del genio italiano simbolo del Rinascimento, Leonardo  Da Vinci rivive nello spettacolo di Tam Teatromusica / Tam Bottega d’Arte in coproduzione con Teatro Stabile del Veneto, Operaestate Festival e la collaborazione del Comune di Vigonza.

La messa in scena è inserita nella rassegna “Primo Movimento” curata da Mapp-Maddalene Arti Performative Padova e sarà proposta anche in anteprima alle scuole il 12 e 13 novembre nel cartellone della rassegna Teatro Ragazzi Padova del Comune di Padova.

> Per partecipare allo spettacolo è possibile prenotarsi gratuitamente con la app Eventbrite o contattare direttamente Tam Teatromusica al numero 049654669 o mandando una mail a info@tamteatromusica.it. I biglietti di ingresso costano 10 euro interi e 8 euro ridotto e studenti.

Prodotto da Tam Teatromusica / Tam Bottega D’Arte, Teatro Stabile del Veneto e Operaestate Festival Veneto, in collaborazione con il Comune di Vigonza, OR, NON VEDI TU? Leonardo, dell’occhio e della mano è una creazione elaborata da Flavia Bussolotto, Antonio Panzuto, Rosanna Sfragara (Tam Bottega d’Arte) che indaga la figura e l’opera di Leonardo invitando gli spettatori, adulti e bambini, a mettersi in ascolto delle domande che l’artista ci pone, oggi come ieri, per la sua capacità di muoversi nei molteplici campi del sapere e dell’espressione umana con la curiosità di un fanciullo.

Sul palcoscenico i diversi universi artistici dei tre artisti di Tam Bottega d’Arte dialogano alla ricerca di una sintesi nuova, una creazione poetica e originale capace di far risuonare in ogni spettatore le parole di Leonardo: “Chi perde il vedere perde la veduta e la bellezza de l’universo e resta a similitudine d’un che sia chiuso in vita in una sepoltura, nella quale habbia moto e vita. Or non vedi tu, che l’occhio abbraccia la bellezza di tutt’il mondo?”

Il linguaggio sospeso tra immagine e suono, contraddistinto da un accumulo di segni essenziali che contengono una profonda relazione con il mondo reale senza mai descriverlo, caratteristica di Flavia Bussolotto e di Tam Teatromusica incontra la ricerca di Rosanna Sfragara sulla relazione tra attore e pubblico e sul corpo in scena e quella di Antonio Panzuto sullo spazio scenico e le materie che danno vita a macchine teatrali e visioni secondo una drammaturgia pittorica che procede per affinità e corrispondenze più che per nessi logici o narrativi.

Due figure, un uomo e una donna, ci accompagnano in un viaggio visionario dentro il mondo di Leonardo, nel mistero dell’occhio che “abbraccia la bellezza di tutt’il mondo” e della mano che mentre disegna comprende, perché ciò che è nell’universo per essenza, presenza o immaginazione il pittore lo ha prima nella mente, e poi nelle mani”. Il loro andare ci conduce dentro i segni dell’opera pittorica di Leonardo, piena di mistero, accarezza a tratti le profonde riflessioni dell’artista riguardo la complessità dei fenomeni che ci circondano, invita a meditare su quella sua straordinaria attitudine a vedere e percepire le infinite relazioni e corrispondenze fra tutto ciò che è vivo.

La ricerca drammaturgica si è anche nutrita degli sguardi e delle visioni dei bambini. Attraverso laboratori e percorsi speciali, è stata indagata la relazione dei bambini con alcune opere di Leonardo (disegni, ma anche opere pittoriche e modelli di macchine) e con alcuni dei suoi scritti; e sono state raccolte le domande, i pensieri e le immaginazioni nate dal loro “stare con Leonardo”.

_________

Tam Bottega d’Arte è un percorso culturale-artistico all’interno di Tam Teatromusica, che intende rafforzare lo storico lavoro attivando e consolidando diverse identità artistiche. Promuove la ricerca di qualità, con autori che rappresentano esempi atipici nel panorama regionale e nazionale, veri “creatori” delle proprie diverse “materie” e uniti da una forte coscienza della funzione sociale del loro agire. È un cammino autoriale che apre nuovi orizzonti generando relazioni e produzioni che coinvolgono principalmente Flavia Bussolotto, Antonio Panzuto e Rosanna Sfragara.

Comments are closed.