IL TEATRO STABILE DEL VENETO PER
M’ILLUMINO DI MENO

Grazie al Comune di Padova nasce l’albero del Teatro Verdi

A Padova nasce l’albero del Teatro Verdi. Grazie al progetto del Comune di Padova “Alberiamo Padova. Regala un albero alla tua città”, che consente di effettuare una donazione di alberi che contribuiranno al benessere comune rendendo più piacevole e vivibile la città, anche il Teatro Stabile del Veneto aderisce all’iniziativa di Caterpillar Radio 2M’illumino di meno”. La giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Caterpillar e Radio2, infatti, per l’edizione 2020 invita ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi.

 

Il mondo della cultura oggi ha l’opportunità e la responsabilità di giocare un ruolo importante nel contribuire a promuovere e a realizzare un modello di società sostenibile – ha affermato l’assessore alla cultura del Comune di Padova, Andrea Colasio –. Per questo ho appoggiato fin da subito l’idea dello Stabile del Veneto di piantare l’albero del Teatro Verdi aderendo a un progetto già attivo a Padova. Un simbolo importante che dimostra in concreto quanto la cultura sia impegnata per il bene della città.

 

Oggi la sostenibilità non è più un vezzo, ma un diritto dei cittadini e, quindi, un impegno doveroso da perseguire da parte di tutte le istituzioni, il teatro compreso – ha commentato il presidente del Teatro Stabile del Veneto, Giampiero Beltotto. Piantando insieme al Comune di Padova l’albero del Teatro Verdi abbiamo voluto dare un segno concreto, che dimostri il nostro impegno per la sostenibilità. Un impegno che stiamo mettendo in pratica su diversi fronti, la sostituzione delle lampadine al Teatro Goldoni di Venezia, ad esempio, che ha portato ad un ingente riduzione delle emissioni di CO2, o producendo uno spettacolo come Da qui alla luna di Matteo Righetto con Andrea Pennacchi che, raccontando la tragedia della tempesta Vaia, porta all’attenzione del pubblico il tema dei cambiamenti climatici”.

 

Al Teatro Goldoni di Venezia dalle lampade alogene al led, un teatro sempre più green

Mentre a Padova lo Stabile del Veneto pianta l’albero del Teatro Verdi, a Venezia il teatro Goldoni si fa sempre più green. Grazie all’impegno del Comune di Venezia è stata realizzata la sostituzione di tutte le lampade alogene del teatro con lampadine a Led dimmerabili di ultimissima generazione per un totale di 1480 lampadine sostituite. D’altra parte che il Teatro Goldoni sia sempre stato all’avanguardia nel campo dell’innovazione tecnologica lo prova il fatto che già nel 1844 venne dotato, primo in tutta Italia, dell’illuminazione a gas, abbandonando così le lampade a olio pericolose in quanto facile causa di incendi. L’intervento ha, inoltre, permesso al Goldoni di abbassare i consumi di energia elettrica (– 151.200 kWh in un anno) riducendo al contempo l’inquinamento e le emissioni di CO2 (– 62 tonnellate) per un risparmio di 40 mila euro in un anno. Un’operazione che segna il passo verso un teatro sempre più green.

 

Comments are closed.