IL GOLDONI FA IL PIENO DI GIOVANI

IL GOLDONI FA IL PIENO DI GIOVANI CON LO SPETTACOLO GIAPPONESE 3D Nō

Grazie al progetto Universitari a Teatro finanziato dagli ESU di Padova e Venezia, 250 studenti hanno assistito alla rivisitazione di due grandi classici del teatro nō firmato da Oku Shūtaro.

Venezia, 9 maggio – Un pubblico a prevalenza giovanile ha assistito lo scorso 7 maggio allo spettacolo 3D Nō (Aoinoue – Funa Benkei) al Teatro Goldoni di Venezia. Ben 250 studenti universitari, sono stati conquistati dalla rivisitazione con effetti 3D di due grandi classici del teatro nō di tradizione giapponese, firmata da Oku Shūtaro.

I giovani spettatori hanno usufruito dell’offerta Universitari a Teatro, il progetto promosso dal Teatro Stabile del Veneto e finanziato dagli ESU di Padova e Venezia che permette agli studenti, dottorandi e ricercatori iscritti alle Università e agli Istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica del Veneto di vedere gli spettacoli del Goldoni e del Verdi di Padova pagando una cifra simbolica di 3 euro.

Un formula che agevola l’accesso dei giovani a teatro e contribuisce così al rinnovamento del pubblico attraverso numerose e innovative proposte, come nel caso dello spettacolo 3D Nō. La rappresentazione, in collaborazione con Università Ca’ Foscari Venezia e Associazione Gesshin, unisce la celebre forma di teatro risalente al medioevo giapponese agli effetti in 3D.

Comments are closed.