Firmato il protocollo d’intesa tra il Teatro Stabile del Veneto e l’Associazione Teatro Sociale Eugenio Balzan

Badia Polesine alza il sipario sulla nuova stagione

 

Venerdì 10 gennaio – Firmato oggi, sotto l’egida del Comune di Badia Polesine, il protocollo d’intesa tra il Teatro Stabile del Veneto e l’Associazione Teatro Sociale Eugenio Balzan per la programmazione della stagione teatrale, Badia Polesine si prepara ad alzare il sipario sulla nuova stagione.

Un progetto dedicato al Teatro Sociale per dare avvio alla stagione teatrale con una proposta di spettacoli di prosa, danza, eventi musicali e approfondimenti culturali e letterari è quanto sancito dalla convenzione tra lo Stabile del Veneto – associazione composta dalla Regione del Veneto, dalla Provincia di Padova e dai Comuni di Venezia, Padova e Treviso per conto dei quali gestisce rispettivamente i teatri Goldoni, Verdi e Mario Del Monaco – e l’Associazione Teatro Sociale Eugenio Balzan, nata con il sostegno del Comune di Badia Polesine con l’obiettivo di gestire la Piccola Fenice, ossia il prestigioso teatro locale costruito nel 1812.

“Esprimo grande soddisfazione per l’accordo raggiunto con il Teatro Stabile del Veneto dall’Associazione a cui è affidato il nostro meraviglioso Teatro Balzan – ha commentato il sindaco di Badia Polesine, Giovanni Rossi –. Questo raggiunto è un importante esempio di collaborazione nella gestione del patrimonio culturale veneto e badiese nello specifico. Ringrazio il presidente Beltotto per la disponibilità e per l’impegno che ha profuso nell’aiutarci a presentare una stagione teatrale a Badia Polesine, così da poter rendere fruibile il teatro alla comunità. Con questa iniziativa si chiude un circolo virtuoso iniziato con la Regione Veneto, che ha finanziato in buona parte la ristrutturazione della nostra piccola Fenice, e concluso con la collaborazione con lo Stabile del Veneto”.

“La firma della convenzione con Badia Polesine è per noi un importante passo verso un progetto culturale coinvolgente e inclusivo che guarda a una vasta area metropolitana – ha affermato Giampiero Beltotto, presidente del Teatro Stabile del Veneto –. Lo Stabile del Veneto è l’unico un ente di progettazione e produzione teatrale della nostra regione e, in linea con quanto indicato dalla legge regionale per la cultura che sostiene l’aggregazione tra gli attori del mondo culturale veneto, tra i nostri intenti c’è quello metterci al servizio del territorio sviluppando opportunità di collaborazione con le amministrazioni comunali più attive e qualificate, come Badia Polesine, mettendo a loro disposizione le nostre competenze e i nostri spettacoli. Il passaggio successivo sarà quello di lavorare sul territorio sempre più accompagnati dagli altri soggetti del sistema teatrale veneto”.

“Siamo orgogliosi del traguardo raggiunto e ci impegniamo a operare in sinergia artistica con il Teatro Stabile Veneto per l’intera stagione anno 2020”. È il commento del Presidente del Teatro Sociale Eugenio Balzan Dino Bonfante, unitamente al Sovrintendente Maestro Massimo Santaniello.

Comments are closed.