Lo spettacolo è disponibile sulla piattaforma Backstage. Iscriviti gratis per non perdere il concerto!

Scarica il foglio di sala

 

Massimiliano Ferrati con il suo pianoforte è pronto a far entrare il genio di Ludwig van Beethoven direttamente nelle case dell’affezionato pubblico della stagione concertistica del Teatro Del Monaco di Treviso suonando nella storica sala cittadina. Per celebrare il 250° anniversario della nascita del grande compositore tedesco, lo Stabile del Veneto e il Comune di Treviso trasmettono, domenica 6 dicembre ore 17.00, in diretta streaming, sulla piattaforma digitale e gratuita Backstage, il concerto Omaggio al grande Ludwig.

Per il suo ritorno sul palco trevigiano, il maestro Ferrati propone Sonata n. 21 in Do maggiore op.53 “Waldstein”, Sonata n. 23 in fa minore, op. 57 “Appassionata”, Sonata n. 32 in do minore, op. 111 Maestoso. Si tratta dei tre noti capolavori del repertorio sonatistico beethoveniano che rappresentano in pieno lo sviluppo della tecnica compositiva e la maturità della scrittura del mito.

 

Le sonate

Nelle prime due sonate op. 53 “Waldstein”, dal nome del Conte a cui venne dedicata, ed op. 57 “Appassionata”, dedicata da Beethoven al conte Franz von Brunswick, appartenenti al “secondo stile” beethoveniano, emerge una visione eroica, lasciata trapelare da uno straordinario virtuosismo strumentale, da innovazioni timbriche e da una grande originalità nell’ispirazione, in un gioco contrastante di due stati d’animo diversi, da una parte una carica violenta, inarrestabile, dall’altro una dolcezza quieta e pacata.  Il concetto di lotta contro il destino, che affiora sempre nella visione creatrice beethoveniana, presente nel secondo periodo, trova il suo culmine nell’ultima sonata, l’op.111, nella quale il mito segue ormai una fantasia ed una logica compositiva distanti dalla produzione a lui contemporanea, proiettandolo verso un futuro che a quei tempi sembrava inarrivabile. In quest’opera si manifestano la realtà e la speranza, la sofferenza, l’oscurità e la luce: il mondo interiore di Beethoven, giunto alla fase finale della sua parabola umana e artistica, si dipana ormai in una dimensione che ha poco di terreno e molto di sovrumano.

 

La piattaforma Backstage

Completamente gratuita per gli utenti, a cui viene richiesta la registrazione nella fase del primo accesso, con un layout moderno e intuitivo la piattaforma del Teatro Stabile del Veneto offre al pubblico la possibilità di interagire con i contenuti digitali esprimendo il proprio gradimento con like, commenti e creando playlist personalizzate.

Piattaforma Backstage