• 10 Maggio 2020 18:00
  • UNA STAGIONE SUL SOFÀ

    Il Nordest in tournée

     

    spettacolo in versione integrale

    ONLINE domenica 10 maggio, ore 16.00

     

    Lo zio Vanja di Anton Pavlovič Čehov ha incontrato al Teatro Stabile Sloveno una dimensione nuova, quella di un classico filtrato dalla visione di un autore della generazione Y e interpretato dal genio di uno dei registi di riferimento del panorama teatrale dell’est Europa.

    Fedele all’essenza dell’originale, inedito nella forma e nell’immagine, cinematografico nella realizzazione, il testo è stato adattato infatti dal giovane e affermato drammaturgo e regista sloveno Nejc Gazvoda, messo in scena dalla sapienza di Ivica Buljan e trasformato in esperienza sensoriale per attori e pubblico dallo scenografo Aleksandar Denić. Gli spettatori sono stati invitati infatti a entrare nell’arena, nello spazio degli attori, per vivere, ognuno da una prospettiva diversa e ravvicinata, l’intera vicenda. La storia si svolge, nella sua versione originale, in una tenuta di campagna nel mezzo degli immensi paesaggi russi. L’ormai consolidato ritmo esistenziale viene sconvolto dall’arrivo di un vecchio professore e della sua giovane e bella moglie.

    I drammi psicologici di Čehov, intrisi di poetico realismo, rappresentano una delle costanti più amate dei repertori mondiali. La regia di Ivica Buljan ha voluto evidenziare il sottotesto, un ribollire nascosto di sentimenti non corrisposti, di delusioni e desideri non realizzati, ma in sintonia con la velocità del XXI secolo. L’amareggiato Vojnicki, l’inappagata Sonja, la bella ed annoiata Jelena, il cosmopolita dottor Astrov, il professore egoista Serebrjakov, Marija, Teljegin, (con inoltre il ruolo aggiunto, fortemente freudiano, del Cuoco) e i loro rapporti rimangono inalterati, cambia invece il contesto sociale e con esso la struttura del testo, nel quale vivono le loro storie e aneliti.

    Aleksandar Denić, autore delle scene, è collaboratore del regista Frank Castorf, con il quale ha realizzato anche l’allestimento dell’intera tetralogia wagneriana al Festival di Bayreuth. I costumi e la musica sono stati realizzati da due collaboratori costanti di Buljan, la costumista Ana Savić Gecan e il compositore Mitja Vrhovnik Smrekar, mentre il disegno luci è stato realizzato dal binomio artistico Son:DA.

    Nello spettacolo sono impegnati gli attori della Compagnia Stabile del TSS e alcuni ospiti: Luka Cimprič (Cuoco), Vladimir Jurc (Serebrjakov), Lara Komar (Jelena Andrejevna), Primož Forte (Astrov), Nikla Petruška Panizon (Sonja), Maja Blagovič (Marija Vasiljevna), Romeo Grebenšek (Teljegin). Nel ruolo del titolo recita Robert Waltl, attore di teatro e cinema, cofondatore e direttore del Mini teater di Ljubljana.

    Youtube