Per la sua prima regia teatrale Michela Cescon, attrice pluripremiata dotata di una rara intelligenza scenica, sceglie di indagare la scrittura di Alberto Moravia concentrandosi sul suo ultimo romanzo: La donna leopardo. Diventa questa l’occasione per portare alla luce la forte impronta drammaturgica dell’opera, e per portare in scena una femminilità prorompente, forte, libera, pura, autonoma e molto moderna impersonata dai corpi e dalle voci di due attrici di grande fascino come Valentina Banci e Olivia Magnani. La storia segue le vicende di due coppie mentre ingaggiano un corpo a corpo elegante e brutale. I quattro si sfidano allo scambio e alla disgregazione, alla guerriglia mondana e al compromesso di poteri e ruoli – tra moglie, marito e amante, direttore imprenditore e giornalista, colonizzatori e colonizzati – spingendosi nei territori d’ombra inesplorata, fino a restare nudi di fronte a se stessi. Moravia muove i suoi personaggi dalla scena del salotto romano alle rive estreme dell’Africa, dove il gioco di specchi dell’amore coniugale si fa definitivo e accecante come la luce dei tropici.

 

Michela Cescon porta a teatro l’ultimo romanzo di Alberto Moravia scegliendo Valentina Banci e Olivia Magnani per incarnare una femminilità forte e prorompente

 

2020

21 > 23 febbraio Treviso Teatro Mario Del Monaco
25 febbraio Pavullo nel Frignano Cinema Teatro W. Mac Mazzieri
17 > 29 marzo Catania Teatro Verga