RIPRESA
  • 27 Novembre 2018 20:45

“Intimità” è un discorso, un’analisi, uno spettacolo, intorno alla nostra
tendenza a ripetere, nelle relazioni,
gli stessi schemi di comportamento.
Tre attori cercano di parlarne, in modo a un tempo pubblico e privato: perché le mie relazioni non riescono a durare? Perché in una coppia mi sembra di annullare me stesso? Perché sono sei mesi che non facciamo sesso, amore mio? Forse il teatro è il luogo giusto per esplorare queste dinamiche. Gli attori, con il pubblico ogni sera diverso e ogni sera uguale, cercano loro stessi l’accesso a questa dimensione segreta, opposta alle nostre ripetizioni, opposta alla solitudine, al narcisismo, alla distanza, alla formalità: l’intimità.
Attori e pubblico non sanno niente gli uni degli altri, eppure sono entrambi lì, a cercare con determinazione e amore di costruire una relazione di reciproco ascolto che ci accompagni anche e soprattutto fuori dal teatro. Questo spettacolo, attraverso una storia forse d’amore tra attori e pubblico, vuole esplorare la ricerca di un equilibrio tra le reciproche disponibilità a lasciarsi comprendere, sorprendere, ascoltare. Vuole essere un contesto sperimentale
in cui confrontarci con la nostra disponibilità a essere o non essere: in intimità.

Amor Vacui

Amor Vacui è una compagnia indipendente under 35 con base a Padova. Produce spettacoli originali attraverso una scrittura di scena in cui sono contemporanei drammaturgia, regia e lavoro degli attori. Tra le produzioni della compagnia “This is the only level” (2012), “Domani mi alzo presto” (2016) e il primo studio di “Intimità” (2017), oltre alle due stagioni da quattro episodi l’una della serie teatrale “Universerìe”, prodotta dal Teatro Stabile del Veneto (2016/17) e al progetto site specific “Nella valle delle terrazze sospese” prodotto da Operaestate Festival Veneto (2017). La compagnia ha vinto il Premio O #3 del Teatro Stabile del Veneto (2012), il Premio del pubblico al CrashTestFestival (2015), ed è stata finalista al Premio Argot-O di Roma (2012), al Festival della Resistenza di Gattatico (2013), al Festival Direction Under 30 del Teatro Sociale di Gualtieri (2014) e al Festival Storie di Lavoro (2015) con lo spettacolo “This is the only level”; ha ricevuto una menzione speciale al Premio Giovani Realtà del Teatro dell’Accademia Nico Pepe di Udine (2015) per lo spettacolo “Domani mi alzo presto” e ha ricevuto una menzione speciale al Premio Scenario (2017) per il primo studio di “Intimità”.