• 3 Maggio 2022 20:00

INFORMATIVA PREVENZIONE COVID-19

 

SCARICA IL FOGLIO DI SALA

 

Per uscire dall’atteggiamento distruttivo del game over che ci potrebbe cogliere, la filosofa Donna Haraway scrive Staying with the Trouble, un saggio in cui l’eco-femminismo incontra la fabula speculativa immaginando futuri possibili in cui la specie umana unisce le forze ad altre specie per prendersi di nuovo cura del nostro pianeta (e meglio) cura del nostro pianeta.

Partendo da questo spunto, lo spettacolo mostra una piccola colonia di individui migrati in aree danneggiate dallo sfruttamento umano, per risanarle grazie alla collaborazione con partner non-umani. Sono gli Earthbound, umani cui sono stati impiantati i geni di creature in via d’estinzione con il duplice scopo di conservarne la specie e favorire una nuova prospettiva di coesistenza multispecie grazie alla simbiosi fra animali umani e non umani. Consapevoli che nessuna specie agisce da sola, nemmeno quella umana, e che non sia possibile distinguere organismo da ambiente, per fronteggiare l’esaurimento delle risorse naturali ormai quasi prosciugate, gli Earthbound mirano alla drastica riduzione della presenza umana sulla Terra. «Fate parentele, non bambini» è il primo comandamento di una politica di giustizia riproduttiva basata sulla sostituzione parziale dei rapporti di sangue con quelli di cura. Per gli Earthbound, la nascita di un bambino è una scelta collettiva, rara e preziosa, di cui l’intera comunità è responsabile. Per questo, per esempio, a ogni bambino vengono assegnati almeno tre genitori.

In scena, gli Earthbound prendono vita grazie alle creature animatroniche progettate da Paola Villani e ispirate alle opere dell’artista australiana Patricia Piccinini, in un monologo di fantascienza per attrice e pupazzi che ibrida la tradizione del teatro di figura con tecniche di animazione innovative.

 

In collaborazione con THE NEW INSTITUTE: Centre for Environmental Humanities, Università Ca’ Foscari Venezia.

 

i biglietti

in vendita dal 17 marzo ’22

Intero Universitari
posto unico 14,00 € 5,00 €

 

 

Marta Cuscunà è attrice in Merma Neverdies, spettacolo con pupazzi di Joan Miró, e in Zoé, inocencia criminal, diretti da Joan Baixas, Teatro de la Claca (Barcellona). Nel 2009 vince il Premio Scenario per Ustica con È bello vivere liberi! e nel 2012 la menzione speciale Premio Eleonora Duse per La semplicità ingannata. Nel 2016 debutta con Sorry, Boys, terzo capitolo della trilogia sulle Resistenze femminili, Premio Rete Critica 2017 come miglior spettacolo. Nel 2018 presenta Il canto della caduta, in cui unisce l’immaginario ancestrale del mito di Fanes ai principi di animatronica utilizzati per la manovrazione dei pupazzi, e ottiene il Premio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro. Del 2019 è il Premio Hystrio – Altre Muse. Dal 2009 al 2019 ha fatto parte di Fies Factory, un progetto di Centrale Fies. Dal 15 al 20 febbraio 2022 il Piccolo Teatro di Milano le ha dedicato una personale.

 

Donna Haraway è una filosofa statunitense esponente di punta del pensiero tecno- ed eco-femminista. Ha elaborato la «teoria della cyborg» come forma ibrida di organico e macchinico e sostiene la necessità di rivedere l’intero fondamento della cultura occidentale e le categorie di dominio che essa implica. Tra i suoi scritti tradotti in italiano: Manifesto cyborg: donne, tecnologie e biopolitiche del corpo (1995); Compagni di specie. Affinità e diversità tra esseri umani e cani (2003); Chthulucene. Sopravvivere su un pianeta infetto (2019); Le promesse dei mostri. Una politica rigeneratrice per l’alterità inappropriata (2019), e il recente saggio sulla giustizia riproduttiva multispecie contenuto in Making Kin. Fare parentele, non popolazioni (2022).

Teatro Goldoni

Biglietteria +39 041 2402014
Richiesta informazioni info.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it
Orario di biglietteria

martedì > sabato:

ore 10.00 > 13.00 e 15.00 > 18:30

domenica e lunedì chiuso

Si comunica che sabato 16 giugno la biglietteria rimarrà chiusa per la Festa del Redentore.

 

S. Marco, 4650/ B - Venezia - 30124 - Italia