Nel 2021 ricorreranno i 50 anni dalla morte (22 gennaio 1971) del grande attore veneziano Cesco Baseggio, ma anche i 100 anni dal suo primo debutto in una formazione professionale (12 febbraio 1921). Il Teatro Stabile del Veneto, intitolato a Carlo Goldoni, non può non ricordare la figura del grande attore che proprio a Goldoni legò buona parte della sua fama, promuovendo la realizzazione di uno streaming che verrà diffuso (a partire proprio dal 12 febbraio 2021) sul proprio canale informatico, e che tratterà anche di aspetti forse meno noti ma sicuramente significativi della carriera di Baseggio, a partire dal suo esordio, avvenuto come violinista (!) nel 1913 al Teatro Rossini di Venezia e al decollo, avvenuto poco dopo la prima guerra mondiale, fino alla grande fama arrivata con le edizioni in RAI dei grandi testi del teatro Veneto (e quindi non solo Goldoni) nel decennio degli anni ’60 ed alla fine segnata dalle note di un’opera lirica (di cui stava curando la regia) tratta dal testo goldoniano che più ha segnato tutta la vita dell’attore ovvero I rusteghi.

Il progetto, oltre a presentare un’ampia silloge di materiale documentario (foto, locandine, ritagli stampa, ecc) e video (oltre alla registrazione di commedie, anche alcune tra le più emozionanti partecipazioni cinematografiche di Baseggio), vede la partecipazione di alcuni dei più eminenti studiosi e docenti universitari che hanno condotto ricerche approfondite sul tema e coglie la irrinunciabile collaborazione del Museo di Casa Goldoni.

Piattaforma Backstage