• 1 Maggio 2020 20:00
  • UNA STAGIONE SUL SOFÀ

    Il Nordest in tournée

     

    SPECIALE 1° MAGGIO

    spettacolo in versione integrale

    ONLINE venerdì 1 maggio, ore 20.00

     

    Il 20 febbraio 1935 Mussolini convoca a Roma alcuni fra i maggiori esponenti dell’industria italiana e le massime autoritàpolitiche della città di Bolzano. La sua ferma volontà è di far nascere nella città capoluogo dell’Alto Adige una vasta zona industriale che con le sue fabbriche bisognose di uomini, di tanti uomini e donne che ci lavorino, possa richiamare un grande numero di immigrati italiani, pronti a lasciare il loro paese d’origine e il lavoro dei campi, per inseguire, in fabbrica, il sogno di una vita migliore. Pochi mesi dopo, il 20 dicembre 1936, il ministro delle Comunicazioni Stefano Benni inaugura ufficialmente la zona industriale, anche se a quella data le fabbriche bolzanine non sono ancora in grado di produrre nulla.

    Negli anni immediatamente successivi nascono a Bolzano la fonderia di ghisa Guido Pippa, la Montecatini, la Lancia, la Feltrinelli, la Saffa, la Ceda, le Distillerie Federali, la Sagma, la Fro, la Legnami Ferruccio Amati e le Acciaierie Falck, fabbriche che arriveranno a dare lavoro nel 1940 a seimila addetti mutando radicalmente la fisionomia e la storia della nostra città.

    Attraverso un accurato lavoro di ricerca su fonti scritte e testimonianze dirette si è cercato di ricostruire la vita all’interno delle Acciaierie, privilegiando il punto di vista di chi ci ha lavorato dedicando anni di fatica allo sviluppo industriale della nostra città.

    Andrea Castelli, Antonio Caldonazzi e Sandro Ottoni danno vita a questo spettacolo che lo Stabile di Bolzano dedica alla giovane comunità italiana in Alto Adige. Uno spettacolo che racconta il grande esodo, le speranze, le difficoltà, le delusioni, il rapporto con la nuova vita da operai, il lavoro in fabbrica, la non facile situazione nei quartieri nati intorno alla zona industriale che diedero alloggio ai nuovi arrivati, creando una vera e propria città operaia.

    Acciaierie è una produzione che ha l’obbiettivo di raccontare un importante quanto particolare momento storico della cittàdi Bolzano, per farlo conoscere a quelli che non c’erano e ricordarlo assieme a coloro che l’hanno vissuto sulla propria pelle.