• 27 Febbraio 2022 10:30
  • LEGGI IL FOGLIO DI SALA

    MUTAFORMA NELLE MANI DI OVIDIO. La città diventa verde

    L’amore imperfetto di Apollo per Dafne è destinato al fallimento. Trafitta dalla turpe freccia di piombo di Cupido, la ninfa preferisce trasformarsi in un albero di alloro piuttosto che cedere al dio, che la desidera ardentemente. Tra moti di resistenza e violenza, tra ossessione e rifiuto, tra azioni di odio e amore che coinvolgono i corpi e la natura, ci siamo chiesti cosa sarebbe successo se Cupido avesse confuso le sue frecce. Come sarebbe cambiata la storia? Che relazione avrebbero avuto i due? Come sarebbero mutati i luoghi dei loro incontri/scontri?

    Durante la performance, della durata di pochi minuti, lo spettatore solitario sarà protagonista e disegnerà un nuovo corso degli eventi, cambiando il destino degli déi.

    Il Teatro di cittadinanza prosegue il suo percorso itinerante nei diversi spazi della città abitando questa volta giardini e spazi verdi per sensibilizzare il pubblico e i cittadini sul rapporto con la natura e con il paesaggio.

    Il teatro per noi continua ad essere un’esperienza di aggregazione e di costruzione di una collettività che sperimenta, si interroga e agisce condividendo valori e idee; un teatro che si confronta con il passato progettando il futuro.

     

    L’evento si terrà nel giardino di Villa Hériot sull’isola della Giudecca, sede dell’UIA – Università Internazionale dell’Arte

     

    1 replica ogni 10 minuti dalle  10.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.00

    1 spettatore a replica

    ingresso libero su prenotazione a laboratori.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it

    Giardino di Villa Hériot

    Calle Michelangelo, Giudecca 54/p - Venezia - 30133