Teatro e Formazione: l’Accademia Carlo Goldoni fucina di nuovi talenti

Consegnati i diplomi ai 20 allievi del terzo anno della prima e unica scuola regionale di teatro che mette a sistema, grazia al Modello TeSeo, la collaborazione tra Accademia Teatrale Veneta e Accademia Palcoscenico del Teatro Stabile del Veneto.

Aperto fino al 21 ottobre il bando di ammissione per il triennio 2020/2023

 

L’Accademia Teatrale Carlo Goldoni sforna nuovi talenti, 20 giovani attori del terzo anno si sono diplomati lo scorso 30 settembre al Teatro Verdi di Padova dopo aver concluso il programma triennale di formazione che mette a sistema la collaborazione tra Accademia Teatrale Veneta e Accademia Palcoscenico del Teatro Stabile del Veneto.

Un’unica scuola regionale professionale di teatro, nata dal Modello Veneto TeSeO Teatro Scuola e Occupazione, il programma di formazione per i giovani talenti del territorio che vogliono intraprendere il mestiere dell’attore, siglato tra la Regione del Veneto e il Teatro Stabile del Veneto, in partnership con Accademia Teatrale Veneta.

Dopo le 3450 ore di lezione previste dal piano formativo i giovani aspiranti attori hanno dovuto superare una prova pratica, che consisteva nella messa in scena dello spettacolo Mattia. A life change experience – riscrittura di “Il fu Mattia Pascal” di Luigi Pirandello per la regia di Bruno Fornasari e con i movimenti scenici curati da Marta Belloni -, un esame scritto composta da tre diverse domande sul proprio rapporto con il sistema teatrale, e un colloquio attitudinale. La valutazione finale ha tenuto conto degli esiti raggiunti durante l’intero percorso accademico e in particolare dei risultati ottenuti nell’ultimo anno, dove gli allievi si sono confrontati direttamente con il pubblico in 6 allestimenti scenici diversi. 

Hanno debuttato nel doppio allestimento di Antigone di Sofocle e Jean Anouilh a cura di Giuseppe Emiliani, I diavoli di Malastru – storie di una città infernale a cura di Paola Bigatto e Michele Modesto Casarin, in Information and Love da Caryl Churchill a cura di Giorgio Sangati, in Poetry Death Match, selezione dei sonetti di Shakespeare scelti e cuciti assieme da Giorgio Sangati, con i quali hanno anche preso parte all’Estate Teatrale Veronese e al palinsesto digitale del Teatro Stabile del Veneto durante le settimane di lockdown. L’ultima restituzione post Covid li ha infine visti protagonisti di due lungometraggi ispirati da Risveglio di primavera di Frank Wedekind intitolati Deliro di Primavera scritto da Dario Merlini e diretto da Stefano Cordella.

La formazione dei giovani diplomati è funzionale ad alimentare la Compagnia Giovani elemento determinante dell’intero modello TeSeo, perché in grado di garantire un concreto canale di avviamento al lavoro dei ragazzi, che verranno impiegati nelle produzioni del Teatro Stabile del Veneto.

Per 20 allievi che si diplomano, ne arrivano altri che iniziano il primo anno, a partire da novembre, infatti, riprendono le lezioni dell’Accademia Teatrale Carlo Goldoni, nel frattempo per tutti gli aspiranti attori resta aperto ancora fino al 21 ottobre il bando di ammissione per il triennio 2020-2023, disponibile sul sito www.teatrostabileveneto.it cliccando su questo link

Comments are closed.