Carmelo Rifici

rificiNel 2001 firma la regia di Cinque capitoli per una condanna, tratto da L’ultimo giorno di un condannato a morte, di Victor Hugo, per il Teatro Stabile di Torino.

Nel 2002 mette in scena Tre sorelle, di Anton Cechov, per il Teatro Verdi di Milano e il Teatro della Contraddizione di Milano.

Dal 2003 al 2006 è regista residente per il Teatro Litta di Milano, dove allestisce Il giro di vite, di Henry James, La tardi ravveduta, di Giuseppe Giacosa, La Signorina July, di Arthur Strindberg.

Nel 2004 mette in scena I Giusti, di Albert Camus per il Teatro di Sinalunga in collaborazione con la Scuola del Teatro Stabile di Torino. Nel 2006 firma la regia di Lunga giornata verso la notte, di Eugeen O’Neill, per il Teatro Filodrammatici di Milano.

Nel 2007 partecipa alle Manifestazioni di San Miniato con Il nemico, di Julien Green.

Nel 2008 il Festival Nazionale di Teatro di Napoli, gli commissiona lo spettacolo Chie-Chan e io, tratto dal romanzo di Banana Yoshimoto, adattamento di Giorgio Amitrano, prodotto dal Teatro Mercadante di Napoli e Teatro Eliseo di Roma e mette in scena per il Teatro Due di Parma, Una notte di maggio, di Abraham Yeoshua.

Nel 2009 firma le regie de I pretendenti di Jeanluc Lagarce e Il gatto con gli stivali, una recita continuamente interrotta di Ludwig Tieck, entrambi per il Piccolo Teatro di Milano.

Nel 2010 sempre per il Piccolo di Milano, firma la regia di Dettagli, di Lars Noren e per il Teatro Greco di Siracusa Ippolito di Euripide.

Nel 2011 crea insieme al danzatore Alessio Maria Romano e l’autrice Sonia Antinori lo spettacolo Buio prodotto dall’Associazione Proxima Res di cui è direttore e Teatro Due di Parma, firma il testo di Angela De Mattè vincitore di Premio Riccione Avevo un bel pallone rosso prodotto dallo Stabile di Bolzano e Nathan il saggio di Lessing per il Piccolo Teatro di Milano.

Per il Circuito Lirico Lombardo firma l‘0pera Medea di Cherubini.

Nella stagione 2011/2012 firmerà le regie di Elettra di Hoffmansthal, Giulio Cesare di Shakespeare, e I Puritani di Bellini.

Nel 2009 fonda insieme al coreografo Alessio Maria Romano l’Associazione Culturale Proxima Res impegnata a promuovere la drammaturgia contemporanea italiana originale e lavori di sperimentazioni tra i differenti linguaggi dell’arte.

Premi

Nel 2005 vince il Premio della Critica, come regista emergente.

Nel 2009 vince il Premio della Critica, per i Pretendenti di Lagarce

Nel 2009 vince il Premio ETI OLIMPICI DEL TEATRO, come migliore regista dell’anno.

Nel 2010 vince il Golden Graal per la regia.