Carla Teti

tetiNata a Roma dove si diploma in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti e nel 1994 vince il concorso di Scenografia presso la Associazione Teatro di Documenti, fondata da L. Damiani, L. Ronconi e G. Sinopoli.

È attiva come costumista sia nel teatro lirico che nel teatro di prosa.

Nel 2011 vince il Premio Abbiati e l’ Opera Award 2011 come migliore costumista.

In campo operistico ha firmato i costumi nei maggiori teatri italiani ed internazionali per importanti produzioni tra cui:

“Cavalleria Rusticana”, “Suor Angelica”, “la Rondine” regia di L. De Fusco, “Onegin” regia di Y. Alexandrov al Teatro Filarmonico di Verona e nel 2002 “Nabucco” regia e scene di G. Gregori, presso l’Arena di Verona.

Nel 2006 “Ascanio in Alba” per la regia di Franco Ripa di Meana, debuttato al Teatro alla Scala di Milano.

Numerosi gli allestimenti con la regia di D. Abbado con il quale collabora dal 2001:

”Pollicino” di Henze al Teatro dell’Opera di Roma, “Marin Faliero” al Teatro Regio di Parma poi ripreso al Teatro La Fenice di Venezia, “Re Pastore” al Teatro delle Muse di Ancona e “Jeanne D’arc a Bucher” debuttato al Teatro Massimo di Palermo poi ripreso al Festival di Granada, “The Flood” e “L’Enfant et les Sostilèges” presso il Teatro delle Muse di Ancona.

Nel 2005 firma i costumi per “Flauto Magico” diretto dal M° Claudio Abbado per la Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, successivamente ripreso a Ferrara, Modena, Baden Baden ed Edimburgo.

Nel 2006 “Genoveva” presso il Teatro Massimo di Palermo; nel 2008 “M. Butterfly” alla Fondazione Petruzzelli di Bari (ripresa presso il Teatro La Fenice nel 2009), “Falstaff” al Teatro Lirico di Cagliari, “Ermione” al Rossini Opera Festival; nel 2009 “Patto di sangue” e “La rosa di carta” al Maggio Musicale Fiorentino, il “Sogno di una notte di mezza Estate” al teatro Petruzzelli e nel giugno 2012 «Don Carlo» al teatro Staatsoper, Vienna.

Con R. Alagna, nel 2008, firma i costumi per “Orfeo ed Euridice” presso il Comunale di Bologna e il Teatro di Montpellier.

Con il regista D. Michieletto collabora dal 2004 firmando i costumi per le seguenti opere liriche:

Il “Trionfo delle Belle”, presso Rossini Opera Festival, “Il Barbiere di Siviglia” al Maggio Musicale Fiorentino ripreso successivamente in Cina, “Dissoluto punito” per il Festival Mozart a La Coruna; nel 2007 “La Gazza Ladra” al Rossini Opera Festival di Pesaro, spettacolo vincitore del premio Abbiati e ripreso al Teatro Comunale di Bologna e al Teatro Filarmonico di Verona; nel 2008 “Lucia di Lammermoor” all’Opernhouse di Zurigo; nel 2009 “Romeo e Juliette” al teatro La Fenice, ripreso successivamente presso il Teatro Verdi di Trieste e il Filarmonico di Verona; nel 2010 “Il Corsaro” e “Luisa Miller” all’Opernhouse di Zurigo, “Don Giovanni” presso la Fenice di Venezia e “Madama Butterfly” presso il Teatro Regio di Torino, “Le Nozze di Figaro” che debutta nel 2011 al Teatro La Fenice di Venezia e nel 2012 “così fan tutte”, “Poliuto” all’ Opernhouse Zurigo,”Boheme” agosto 2012 a Salisburgo e “Trittico” di Puccini a Vienna, nel 2013 “Ballo in maschera” alla Scala di Milano, “Falstaff” al Festival di Salisburgo e “Idomeneo” in novembre 2013 presso il Teatro An der Wien.

Nel 2010 firma i costumi di “Boris Godunov”, regia di Andrei Konchalowsky, che inaugura la stagione 2010-2011 del Teatro Regio di Torino.

Per la prosa, collabora da diversi anni con la compagnia “I Fratellini” (E. Marcucci, M. Bartoli e D. Cantarelli) per i seguenti spettacoli:

“Il tempo al di là del mare” al Teatro della Tosse di Genova, “Il Guardiano”, “Arlecchino servitore di due padroni”, “Don Giovanni”, “Generali a merenda” al teatro Metastasio di Prato, nel 2006, “La Donna Serpente” per la Biennale teatro a Venezia e, nel 2007, ”Mein Kampf”.

Ha inoltre firmato i costumi per “I Venexiani” (regia di L. De Fusco) prodotto dal Teatro Stabile del Veneto, nel 2008 “Il giuoco delle parti” per la regia di E. Marcucci, “Enrico IV” regia di Paolo Valerio con Pagliai-Gassman e “Re Lear” debuttato a Varsavia nel 2006 con la regia di A. Konchalowsky.

Nel 2009 “Cirano de Bergerac” per la regia di D. Abbado, con Massimo Popolizio presso il teatro Argentina di Roma.

Nel 2011 firma i costumi per “Mercadet, l’affarista” regia di A. Calenda.

Nel 2012 collabora come costumista per i costumi del “Ventaglio” regia di Damiano Michieletto.

Nel 2013 firma i costumi per lo spettacolo “Hedda Gabler”, regia di calenda, con Emanuela Mandracchia.

Gennaio 2014 “Ispettore Generale” Teatro Stabile del Veneto-regia di Damiano Michieletto.

Pin on PinterestShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on Facebook