Nasce la Compagnia Giovani
del Teatro Stabile del Veneto

72 contratti di scrittura in un triennio, il modello TeSeO crea occupazione

Con la Compagnia Giovani la vocazione per il teatro diventa professione. Grazie al Modello Veneto TeSeO (acronimo di Teatro Scuola e Occupazione), il programma formativo rivolto ai giovani talenti che vogliono intraprendere il mestiere dell’attore, nasce la Compagnia Giovani del Teatro Stabile del Veneto. Frutto di un Accordo di Programma tra la Regione del Veneto e il Teatro Stabile del Veneto in collaborazione con Accademia Teatrale Veneta, il progetto TeSeO, oltre ad avvicinare al teatro i ragazzi delle scuole superiori e ad offrire una proposta formativa professionalizzante di alto livello attraverso la Scuola Teatrale d’Eccellenza, mira infatti a garantire un’effettiva ricaduta occupazionale.

Formata da ex allievi dell’Accademia Palcoscenico di Padova e dell’Accademia Teatrale Veneta di Venezia (confluite ora nella Scuola Teatrale d’Eccellenza), la Compagnia Giovani coinvolgerà nell’arco del triennio 2019/2021 un totale di 72 attori, garantendo loro dei concreti contratti di lavoro con lo Stabile del Veneto. Come? Ogni anno verranno avviati una media di 3/4 percorsi laboratoriali, corrispondenti ad altrettanti spettacoli, in cui gli allievi (per un massimo di 24 all’anno) saranno guidati e affiancati da professionisti qualificati come registi, drammaturghi, scenografi, costumisti e attori di grande esperienza che metteranno al servizio le rispettive competenze.

Il primo anno di lavoro: La casa nova, Uno nessuno centomila e i Canovacci Goldoniani

In questo primo anno la Compagnia Giovani ha coinvolto 24 attori impegnati in due differenti percorsi di formazione ed esperienze professionali: il primo gruppo, guidato da Giuseppe Emiliani, sarà protagonista l’11 aprile al Teatro Goldoni del debutto de La casa nova di Carlo Goldoni, una produzione dello Stabile del Veneto che tra gennaio e marzo 2020 li porterà in tournée su palcoscenici di tutta Italia. Lo stesso gruppo, inoltre, ha lavorato alla messa in scena dello spettacolo Uno nessuno centomila di Luigi Pirandello, che per tutto il mese di novembre 2019 verrà rappresentato al Teatro Verdi di Padova per il pubblico delle scuole. Il secondo gruppo, invece, diretto da Marco Zoppello, si occuperà di allestire due canovacci di Commedia dell’Arte, che da luglio a ottobre animeranno le nuove stagioni estive di Venezia e Padova.

Comments are closed.