• 23 luglio 2018 19:00
  • 24 luglio 2018 19:00
  • 25 luglio 2018 19:00
  • 26 luglio 2018 19:00
  • 27 luglio 2018 19:00
  • 28 luglio 2018 19:00

 

SPETTACOLO ESAURITO PER LE ULTIME REPLICHE

 

Un paese disperso nella pianura Padana, tra Brenta e Piovego, una fascia di terra, umida e tignosa, dove Matteo Righetto ed io siamo cresciuti.
Righetto ambienta proprio qui, in questo territorio che pare senza regole, il suo primo romanzo, ed io scelgo di portare in scena quel panorama umano che ha formato la mia adolescenza con una rilettura tragicomica, dal sapore pulp.

Seguiamo i personaggi del romanzo nei meandri delle loro losche attività di scambio, infarcite di diatribe, conflitti, inganni: prede, predatori e strategie di sopravvivenza – l’immaginario brutale che divide il forte e il debole.
Il tempo è fermo, la natura non è indifferente alle risse degli uomini. La statua di un santo diventa nascondiglio e oggetto del desiderio.
Il motore dell’azione è affidato a questi elementi che scandiscono il clima di malessere e danno un input chiaro alla storia.

La parabola è raccontata dalla voce di quattro attori in uno spazio fortemente simbolico.
Per sopravvivere alla disperazione, alla routine quotidiana i quattro protagonisti cercano una rivalsa, a scapito di qualcun altro, in definitiva pretendono qualcosa indietro dalla vita.

Una delle sfide e dei temi di lavoro più difficili è come affrontare una riflessione sulla libertà di azione e sulla responsabilità individuale che tocca il pensiero di noi oggi. In una società che ci invita a rompere tutti i legami, che indebolisce le condizioni della civiltà, in cui non si parla d’altro se non della necessità di proteggersi, di sopravvivere alle catastrofi in arrivo, si giunge a un punto in cui tutti si sentono liberi da principi o divieti, atti e comportamenti impensabili diventano possibili in una sorta di habitat dove tutto è permesso.

 

Biglietti

 

Intero Ridotto
Esu (studenti universitari del Veneto)

 

10,00

 

8,00

 

3,00

 

Riduzioni

Abbonati alla stagione teatrale

Età inferiore a 26 anni

 

Teatro Verdi

Centralino 049 8777011
Biglietteria 049 87770213
Fax 049 661053
Coordinatore direzione.teatroverdi@teatrostabileveneto.it
Richiesta informazioni info.teatroverdi@teatrostabileveneto.it
Orario di biglietteria  

Dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30
In tutte le giornate di spettacolo: 10.00 /13.00 – 15.00 / inizio spettacolo
Domeniche con spettacolo dalle 15.00 a inizio spettacolo

 

Via dei Livello 32 - Padova - 35139 - Italia