• 29 novembre 2017 20:45
  • 30 novembre 2017 16:00, 20:45
  • 1 dicembre 2017 20:45
  • 2 dicembre 2017 20:45
  • 3 dicembre 2017 16:00

 

Incontri con il pubblico
In collaborazione con il laboratorio Teatro per l’ Università dell’Ateneo Patavino
coordinato da Caterina Barone


Venerdì 1 dicembre alle ore 17.00

Conduce
Caterina Barone

INGRESSO LIBERO

 

Hinkfuss, un regista sperimentale e megalomane, tenta di mettere in scena uno spettacolo costringendo i suoi attori a improvvisare la parte sulla base di pochi elementi tratti da un breve racconto di torbida gelosia siciliana. Ma il conflitto tra regista e compagnia esplode inevitabilmente, mentre il pubblico rumoreggia perplesso e scandalizzato: tra divertimento da commedia e discussioni sull’arte teatrale gli attori riescono a cacciare il regista dal teatro e continuano la recita da soli. Con risultati sorprendenti.

Ecco la trama di “Questa sera si recita a soggetto”, un happening teatrale scritto da Pirandello nel 1929 durante il suo esilio volontario a Berlino, dopo lo scioglimento della Compagnia del Teatro d’Arte, da lui fondata, diretta e finanziata. Dall’esperienza capocomicale appena conclusa e dal contatto con l’effervescente scena berlinese dominata dall’espressionismo, che ben presto avrebbe visto affacciarsi gli astri di Brecht e Weill, era maturata la terza commedia della trilogia pirandelliana “del teatro nel teatro”, cominciata nel 1921 con “Sei personaggi in cerca d’autore”.

Questo testo nasce con un intento polemico e si regge in funambolico equilibrio tra una piccola storia italiana passata e provinciale e l’Europa del teatro dei grandi registi come Max Reinhardt. Un’intensa dialettica tra il Pirandello scrittore anteguerra, innestato ancora nel verismo regionale, e il drammaturgo innovatore che si proietta con calcolata audacia nella novità dell’esperimento scenico.

Una prepotente dialettica di suoni, di luci, di colori, di passioni elementari, dove alla fine trionfa la magia del teatro. Un capolavoro di caos organizzato, un testo spiazzante, moderno e antico allo stesso tempo. Vedere questa commedia è un po’ come assistere di nascosto alle prove di uno spettacolo, con l’enorme vantaggio che la drammaturgia è progettata e scritta da un autore Premio Nobel per la letteratura.

 

 

InteroRidottoGiovaniAbbonati
Platea, Palco Pepiano/1° ordine (balconata)29,0026,0017,0020,00
Platea visibilità ridotta (prima fila)17,00-8,0015,00
Palco Pepiano/1° ordine (no balconata)25,0022,0014,0017,00
Palco 2° ordine (balconata)25,0022,0014,0016,00
Palco 2° ordine (no balconata)18,0015,0010,0010,00
Galleria12,0010,008,008,00

Teatro Verdi

Centralino 049 8777011
Biglietteria 049 87770213
Fax 049 661053
Coordinatore direzione.teatroverdi@teatrostabileveneto.it
Richiesta informazioni info.teatroverdi@teatrostabileveneto.it
Orario di biglietteria  

Fino al 16 giugno 2018
dal martedì al sabato 10.00/13.00 – 15.00/18.30
in tutte le giornate di spettacolo 10.00 /13.00 – 15.00 / inizio spettacolo
domeniche con spettacolo 15.00 / inizio spettacolo

 

Via dei Livello 32 - Padova - 35139 - Italia