Sala del Ridotto
  • 29 marzo 2016 20:45
  •  

    Uno sguardo sul passato, sul mito di Medea per parlare dell’oggi. Lasciandosi ispirare dai fatti di cronaca, Teatro Bresci sceglie di analizzare le cause, le dinamiche famigliari ricorrenti – abbandoni, tradimenti, separazioni – nelle quali i figli diventano oggetti da contendersi per ottenere vendetta. Ci si domanda quali forze portano una donna a ricorrere alla collera violenta o al calcolo cinico, e quali sono quelle intime e lente macerazioni che la spingono verso l’orrore. La “tragedia d’amore” raccontata a due voci – lei e lui, Medea e Giasone, in tempi che mai coincidono tra loro – recita il linguaggio del passato attraverso gli altoparlanti di un’emittente radio. Un radiodramma. Ad ascoltarlo c’è una donna che, travagliata dal dolore, vive uno dei tanti giorni trascorsi in solitudine, dando forma alle ombre che popolano la sua mente.

    Pin on PinterestShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on Facebook
    InteroRidottoGiovani
    10,008,004,00

    Teatro Verdi

    Centralino 049 8777011
    Biglietteria 049 87770213
    Fax 049 661053
    Coordinatore direzione.teatroverdi@teatrostabileveneto.it
    Richiesta informazioni info.teatroverdi@teatrostabileveneto.it
    Orario di biglietteria  

    Fino al 16 giugno 2018
    dal martedì al sabato 10.00/13.00 – 15.00/18.30
    in tutte le giornate di spettacolo 10.00 /13.00 – 15.00 / inizio spettacolo
    domeniche con spettacolo 15.00 / inizio spettacolo

     

    Via dei Livello 32 - Padova - 35139 - Italia